Connettiti con la Community

Legalizzazione Cannabis: Notizie, Approfondimenti e Dettagli

Legalizzazione Cannabis

Scopri le notizie nazionali ed internazionali

La Legalizzazione in Italia

le droghe leggere

Attualmente in Italia il consumo e lo spaccio di una qualsiasi sostanza stupefacente viene regolamentato dalla Legge Jervolino-Vassalli (D.P.R. n. 309/1990). 

Per il possesso di modiche quantità o comprovato uso personale di Cannabis e derivati si incorrerà in un reato Amministrativo. 

In alcuni casi è previsto il ritiro di documenti  come:

  • > la Patente di Guida
  • > il Porto d’Armi
  • > il Permesso di Soggiorno

> Se il reato invece rientra nell’attività di spaccio, si possono rischiare da 1 a 6 anni di reclusione – contro i 20 anni previsti dalla precendente e incostituzionale Fini-Giovanardi.

La Proposta di legge

Recentemente sono stati presentati al Senato Italiano 3 disegni di legge per normare l’autoproduzione e il consumo di 4 piante di Cannabis. 

Il Disegno di Legge del Senatore Matteo Mantero prevede:

  • un possesso massimo di 15 grammi a Casa e 5 grammi Fuori;
  • la coltivazione fino a 3 Piante ad alto contenuto di THC
  • la Regolamentazione del fenomeno Cannabis Light

Il Senatore Lello Ciampolillo (5S) ha invece presentato 2 DDL. Il primo per normare il consumo e l’autoproduzione di Cannabis, ripercorrendo l’idea del collega Mantero. Il secondo invece va ad assicurare ai malati la possibilità di autoprodursi la Cannabis Terapeutica. 

approfondimento

La legalizzazione in europa

olanda e dintorni

L’Olanda è da decenni la meta scelta dai consumatori di Cannabis europei e non per assaporare le migliori qualità in circolazione.

Dagli anni 80 infatti è possibile acquistare e consumare Cannabis legalmente nei vari Coffee Shop presenti nelle città olandesi.

La legislazione non è delle più chiare, ma è tuttavia possibile consumare Cannabis in totale tranquillità, ed è diventata velocemente il simbolo di questa Città.

I proprietari di questi locali devono stare a delle severe regole, requisiti e limitazioni, inasprite nel tempo.

Negli ultimi anni nella città di Amsterdam sono stati chiusi molti Coffee Shop – anche storici – per via di alcune delibere atte a diminuirne la presenza in prossimità delle scuole.

i requisiti richiesti

I Coffee Shop dovranno soddisfare i seguenti requisiti:

  • > Non pubblicizzare la vendita di Cannabis o altre droghe.
  • > Non è consentita la vendita di Sostanze alternative alla Cannabis e derivati.
  • > Non si possono tenere più di 500gr nella struttura.
  • > Non si può vendere ai minori (18 anni).
  • > Non si possono vendere più di 5 gr a persona/giorno
  • > I minori non possono sostare all’esterno.
  • > I proprietari e i Clienti non devono arrecare pubblico disturbo.

 

È singolare il fatto che, vista l’illegalità della coltivazione in Olanda, i proprietari dei Coffee Shop spesso e volentieri devono rifornirsi da Terzi o addirittura dalla Criminalità Organizzata.

pubblicità

Lampade GROW in offerta limitata

cannabis spagnola

È legale la Cannabis in Spagna? Diciamo di no, è però largamente tollerato il consumo.

Attualmente in Spagna – maggiormente nella regione della Cataluña – è possibile iscriversi ai Cannabis Social Club (CSC).

All’interno dei CSC è possibile consumare e coltivare Cannabis in forma Associata, senza però poterne ottenere un Guadagno.

Si tratta di veri e propri Circoli senza scopo di lucro. L’iscrizione avviene dopo aver fornito i propri documenti e pagato la somma d’iscrizione che si aggira intorno ai € 20 annui.

A quel punto avrete accesso al CLUB scelto più eventualmente altre strutture ad esso collegate. 

A differenza dell’Olanda, dove l’ingresso ai Coffee Shop è libero (solo ai maggiorenni), in Spagna si avrà accesso solamente ai Club dove si è iscritti.

Nonostante l’iscrizione al Club e la tassa annuale, una volta dentro alcuni Clubs, dovrai caricare dei soldi sulla tua tessera, per poi acquistare la Cannabis all’interno di questo.

Altri clubs invece, per abilitare l’iscrizione al medesimo, richiedono una sorta di invito che dovrà pervenire da parte di un soggetto già membro dello stesso.

 

escamotage legislativi

I Cannabis Social Club in Spagna sono il risultato di una Legge parzialmente completa, che non permette appunto il consumo e la coltivazione in forma associata, ma la tollera quasi totalmente. 

Una legge non completa permette di aggirarla facilmente, ma comporta anche dei rischi per chi opera in questo mercato.

La linea che intercorre tra la Legalità e l’Illegalità è davvero sottilissima, e spesso infatti si sente di Club Chiusi o Membri arrestati per spaccio.

Consultando una delle tante mappe interattive che potete trovare Online, noterete come la quasi totalità di questi CSC si trovi nella regione della Cataluña (Barcellona).

Questo perché, la Cataluña è una regione autonoma della Spagna, che dispone di un proprio Parlamento legiferante.

Le forze dell’ordine, così come i politicanti della Cataluña sono molto più tolleranti rispetto chi fa capo a Madrid.

Tuttavia potrete trovare CSC in tutto il paese.

 

posso iscrivermi ai csc?

Seguici

Iscriviti
Telegram